special olympics italia
Comunicati stampa

Special Olympics: a Venosa il meeting internazionale “Change the game”

VENOSA (PZ) – Dal 15 al 20 settembre 2018 la città di Venosa ospiterà il meeting internazionale “Change the game”, riservato ad atleti con disabilità intellettive. In programma gare sportive di atletica e nuoto e attività collaterali di alta inclusione, incentrate sul benessere psico-fisico, la scoperta del territorio, la gioia della condivisione. Ad organizzare l’evento Special Olympics Italia Team Basilicata, Opera dei Padri Trinitari Venosa-Bernalda e associazione sportiva dilettantistica Special Team di Venosa, in collaborazione con Comune di Venosa, Essedisport e New Water Park Nettuno.

Insieme agli atleti speciali del centro di riabilitazione dei Padri Trinitari, del centro socio-educativo “Il Filo di Arianna” di Venosa, di altre delegazioni regionali ed extraregionali, prenderanno parte al meeting e saranno ospiti dell’organizzazione gli atleti di Germania e Malta. Tutti metteranno in campo le proprie abilità nelle discipline di atletica e nuoto. “Change the game” sarà, quindi, una straordinaria occasione per riaffermare il valore della diversità e per promuovere un differente approccio alla disabilità intellettiva quale risorsa e forza per una società realmente inclusiva. Ospitando il meeting all’interno di impianti che possano mettere in risalto l’assenza di barriere e di pregiudizi, Venosa sfida se stessa a dimostrarsi campione di accessibilità e accoglienza, regalando a tutti gli atleti, ai familiari, ai tecnici e al pubblico un’esperienza memorabile. La città di Venosa, con la sua sensibilità e partecipazione, potrà dare testimonianza concreta di un grande sogno possibile: l’inclusione.

Special Olympics è un movimento globale che opera, anche in Basilicata, per creare un mondo migliore, più sano e più gioioso, fatto di inclusione e rispetto. A livello internazionale propone un programma di allenamenti e competizioni atletiche per persone con disabilità intellettive, che attraverso lo sport hanno la possibilità di dimostrare le proprie capacità e di ottenere un riconoscimento sociale. Special Olympics è riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale e i suoi programmi sono adottati in più di 170 paesi. In Italia è presente da oltre 30 anni, è riconosciuto come associazione benemerita dal CONI e dal CIP e opera in tutte le regioni.

Il 2018 è un anno di ricorrenze importanti per l’emancipazione della disabilità. Special Olympics festeggia, infatti, il cinquantesimo anniversario del Movimento nel mondo, da quando Eunice Kennedy Shriver cominciò la sua opera finalizzata a lanciare un messaggio di inclusione in grado di abbattere stereotipi e pregiudizi, dentro e fuori il campo di gioco. Ma compie 50 anni dalla sua fondazione anche il centro di riabilitazione Istituto “Ada Ceschin Pilone” dei Padri Trinitari di Venosa, che svolge attività di riabilitazione medico-psico-pedagogica per persone con disabilità, in regime residenziale continuo e diurno.

Il programma di “Change the game” prevede per domenica 16 settembre alle ore 19.30 lo svolgimento della cerimonia di apertura in Piazza Castello, che sarà preceduta dalla sfilata delle delegazioni partecipanti, accompagnate dai cortei storici medioevali di Banzi, Forenza e Palazzo San Gervasio. Già nella mattinata di sabato 15 settembre, però, gli atleti arrivati a Venosa potranno accedere al programma salute, con medici specialisti che offriranno un servizio sanitario altamente qualificato, svolgendo screening odontoiatrici e oftalmici gratuiti. Alle ore 11.30 dello stesso sabato le delegazioni estere saranno accolte dal sindaco Tommaso Gammone presso il Comune di Venosa.

Nel pomeriggio gli ospiti effettueranno una visita al Parco del Reale, a cura del Rotary Club Venosa, mentre alle 18.30, presso il Convento di San Domenico, sarà aperta al pubblico la mostra fotografica “Your Basilicata”, curata dalla Rete Vie Francigene di Basilicata. Visite guidate ai monumenti della città sono previste nella mattina del 16 settembre e nel pomeriggio del 18, mentre giovedì 20 settembre l’apertura straordinaria delle catacombe ebraiche consentirà l’ingresso agli atleti partecipanti e ai loro accompagnatori.

Lunedì 17 settembre si entrerà nel vivo dei giochi, che vedranno la partecipazione di circa 200 atleti Special Olympics e che si svolgeranno, anche martedì 18, sulla pista di atletica del centro polivalente Essedisport e nella piscina del New Water Park Nettuno. Entrambi gli impianti sportivi sono adeguatamente attrezzati, privi di barriere architettoniche, collocati all’interno della città e facilmente raggiungibili. Assisterà alle gare e parteciperà alle premiazioni l’ambasciatrice di Malta in Italia Vanessa Frazier.

Le attività turistiche di scoperta delle bellezze del territorio lucano prevedono per il pomeriggio del 17 la visita alla Pinacoteca “Camillo d’Errico” di Palazzo San Gervasio, mentre mercoledì 19 settembre le delegazioni si sposteranno a Matera, per una visita guidata ai Sassi, al Museo Ridola e a Palazzo Lanfranchi. In programma anche il convegno “La forza dell’esempio, il valore delle parole”, che si svolgerà il 17 settembre alle ore 17.00 nella sala congressi dell’Hotel Orazio e vedrà la presenza del giornalista Sky Luca Corsolini, esperto di comunicazione del settore no profit.

La sei giorni si concluderà giovedì 20 settembre con una festa di arrivederci all’insegna della musica e del ballo, a partire dalle ore 20.00 in Piazza San Giovanni de Matha.

Committente: Special Olympics Italia Team Basilicata

Rispondi