change the game special olympics
Comunicati stampa

Iniziati i giochi di “Change the game”: in gara gli atleti Special Olympics

VENOSA (PZ) – Sono entrati nel vivo a Venosa i giochi di “Change the game”, il meeting sportivo internazionale organizzato da Special Olympics Italia Team Basilicata e Opera dei Padri Trinitari Venosa-Bernalda, che fino a giovedì vedrà protagonisti atleti con disabilità intellettive provenienti dall’Italia e dall’estero, per promuovere lo sport come mezzo di inclusione e di solidarietà e riaffermare il valore della diversità.

Nella mattinata di ieri, presso gli impianti sportivi del centro polivalente Essedisport e della piscina del New Water Park Nettuno, si sono svolte le prime competizioni di atletica e nuoto, suddivise in varie discipline e specialità. Insieme agli atleti speciali del centro di riabilitazione dei Padri Trinitari di Venosa, del centro socio-educativo “Il Filo di Arianna” di Venosa, di altre delegazioni regionali ed extra-regionali, hanno preso parte alle gare numerosi atleti delle due delegazioni di Germania e Malta, per un totale di oltre cento partecipanti.

Ha assistito alle gare e fatto conoscenza con gli atleti Special Olympics l’ambasciatrice di Malta in Italia Vanessa Frazier, che ha anche partecipato alle premiazioni. Insieme a lei il console di Malta in Puglia, Matteo Bonadies. Presenti anche l’assessore alla cultura del Comune di Venosa Carmela Sinisi, il rettore del Centro di riabilitazione Padri Trinitari padre Gino Buccarello e il direttore regionale di Special Olympics Italia Filippo Orlando.

Tutti gli atleti che hanno partecipato alle competizioni in programma, non solo i vincitori, hanno ricevuto una medaglia come premio per aver portato a termine la gara e per aver dato il massimo ognuno in base alle proprie capacità e abilità. Tutte le gare si sono svolte in una splendida atmosfera di gioia, condivisione e inclusione, anche grazie al lavoro svolto dei tanti volontari che si sono messi a disposizione per la manifestazione e per accogliere al meglio gli atleti, gli allenatori, gli accompagnatori e le famiglie.

Nel pomeriggio le delegazioni straniere hanno potuto continuare le attività turistiche di scoperta delle bellezze del territorio lucano, con una visita alla Pinacoteca “Camillo d’Errico” di Palazzo San Gervasio. Presso la sala congressi dell’Hotel Orazio di Venosa, invece, si è svolto il convegno dal titolo “La forza dell’esempio, il valore delle parole”, che ha visto come ospite il giornalista sportivo Sky Luca Corsolini, esperto di comunicazione del sociale.

Committente: Special Olympics Italia Team Basilicata

Rispondi