Da Barile a Roma per i 400 anni di Caravaggio

BARILE (PZ) – La Pro Loco di Barile promuove un’interessante iniziativa culturale legata alla pittura e ad uno degli artisti cardine della storia dell’arte degli ultimi quattrocento anni: Michelangelo Merisi detto il Caravaggio. Per il prossimo 1° giugno, infatti, la Pro Loco organizza un viaggio a Roma con partenza dal Vulture per visitare la mostra dedicata al Caravaggio e realizzata per celebrare il IV centenario della sua morte. L’iniziativa è stata denominata dagli organizzatori “400×400”, in riferimento ai 400km da percorrere per partecipare alle celebrazioni dei 400 anni dalla morte del pittore lombardo.

A poco più di un mese dalla chiusura, dato il fortissimo interesse suscitato, sono ormai praticamente irreperibili i biglietti per visitare la mostra, che resterà aperta fino al prossimo 13 giugno. È dunque un’occasione da cogliere al volo questa offerta dalla Pro Loco di Barile, che, con grandi sforzi e avvalendosi della collaborazione di Sepetour e dell’associazione culturale O.R.M.E., è riuscita a procurare il biglietto d’ingresso per un numero di 50 persone.

La mostra, allestita alle Scuderie del Quirinale, offre alla visione del pubblico unicamente le opere “capitali” di Caravaggio, vale a dire le sole storicamente accertate. Una carrellata di capolavori straordinari, mai visti tutti assieme, che attraverso un percorso lineare ed emozionante esaltano la straordinaria tecnica, la visione e l’innovazione portata da Caravaggio nell’arte, con il suo rivoluzionario criterio di naturalismo e la sua ostinata deferenza al vero.

L’intera carriera artistica di Caravaggio è rappresentata lungo i due piani espositivi delle Scuderie in un percorso non strettamente cronologico, ma teso ad esaltare il confronto tra tematiche e soggetti simili. Così accanto a Ragazzo con il canestro di frutta, una delle più importanti opere giovanili, è possibile ammirare la Canestra di frutta della Pinacoteca Ambrosiana, mai uscita prima dalla sua sede. In ambito sacro, invece, sono messe a confronto alcune delle grandi pale d’altare romane e altre del periodo siciliano, tra cui il Seppellimento di Santa Lucia. E ancora, accanto a opere conosciutissime e ben visibili – come i Musici dal Metropolitan Museum di New York o l’Amore vincitore dalla Gemaldegalerie di Berlino – altre di più difficoltosa visione, poiché raramente concesse per mostre a carattere temporaneo, come la Deposizione dai Musei Vaticani e l’Annunciazione dal Museo di Nancy.

La partenza con destinazione Roma verrà effettuata da Rionero in Vulture, con successive soste a Barile e Melfi. L’arrivo a Roma è previsto per le ore 10.00, con rientro in serata dopo la visita alla mostra e il pomeriggio in giro per la capitale. La prenotazione è obbligatoria entro il 15 maggio ed è prevista una quota di partecipazione volta a coprire le spese di viaggio e quelle per l’ingresso e la visita alla mostra. Per avere maggiori informazioni è possibile contattare la sede della Pro Loco di Barile oppure l’associazione O.R.M.E.

Committente: Pro Loco Barile

Rispondi