Comunicati stampa

Il varietà rivive a Venosa con Antonello Costa

VENOSA (PZ) – Partono domani a Venosa le celebrazioni per il decennale del “Festival del Cabaret di Basilicata e Calabria”, la rassegna estiva di cabaret che dal 2002 accompagna le serate dei lucani e non solo, grazie ad una perfetta miscela tra talenti comici emergenti e star affermate del cabaret televisivo. Il primo degli appuntamenti con il divertimento previsti per i prossimi tre venerdì nella suggestiva cornice del cortile del Castello Pirro del Balzo è con Antonello Costa, uno degli artisti più originali e completi del panorama comico italiano, che a partire dalle ore 21.00 metterà in scena lo spettacolo “È meglio che faccia da solo”.

Antonello Costa, di origini siciliane e romano di adozione, ha al suo attivo numerose e importanti esperienze teatrali e televisive. In tv, dopo il debutto nel programma “Seven Show”, è apparso al fianco di Pippo Baudo al sabato sera (“Sabato Italiano”), poi con Paolo Limiti e Massimo Giletti (sempre in Rai), nel prestigioso “salotto” di Maurizio Costanzo a Canale 5 e in “Cominciamo bene” su Raitre. Lo spettacolo in programma a Venosa, già anticipato l’anno scorso durante la partecipazione al consueto “Gran galà della comicità”, negli ultimi anni è stato replicato nei più famosi locali di cabaret, nei teatri e nelle piazze italiane.

L’eclettico Antonello canta, balla e recita in uno show che omaggia il tradizionale genere teatrale del varietà, rielaborandolo con testi moderni ed esilaranti personaggi che traggono ispirazione dalla realtà. Anche a Venosa non mancheranno quelli che più lo hanno reso noto: Don Antonino lo zio siculo, Sergio il cugino esaurito, Rocco il lookmaker gay, Tony Fasano figlio degli anni ‘70, Dante il barbone fulminato, Mc Adelio rapper con la zeppola, Raffaello Piombo il cugino calabrese di Tiziano Ferro e molti altri ancora.

Alle caratterizzazioni comiche e ai monologhi si alterneranno i numeri musicali, che spazieranno dalla canzone napoletana agli stornelli romani, e i balletti in cui lo accompagneranno una soubrette e due ballerine, per un tocco di “musical” a quello che potrebbe invece sembrare uno “one man show”. Tra i suoi cavalli di battaglia di ballerino, Charlie Chaplin che si trasforma in Michael Jackson e Totò che fa la breakdance.

Il 12 agosto sul palco di Venosa sarà il turno di Alberto Patrucco, con la sua satira pungente e la reinterpretazione di brani del cantautore francese George Brassens. Il 19, infine, imperdibile chiusura con il “Gran galà della comicità”, che ospiterà attori del calibro di Antonio Covatta, Rocco Barbaro e i Due x Duo e vedrà la partecipazione straordinaria di Rocco il Gigolò, direttamente da Zelig.

Committente: Artistica Management

Rispondi