Il Festival del Cabaret di Basilicata e Calabria celebra il decennale

VENOSA (PZ) – Torna l’appuntamento estivo con il “Festival del Cabaret di Basilicata e Calabria”, la rassegna comica organizzata dall’associazione culturale “L’Altrarte” di Venosa. La manifestazione, affidata alla direzione artistica di Pasquale Cappiello, celebra quest’anno il suo decennale, con tre straordinari spettacoli che per altrettanti venerdì consecutivi (il 5, 12 e 19 agosto) porteranno risate e divertimento a Venosa, nella suggestiva cornice del cortile del Castello Pirro del Balzo.

Il “Festival del Cabaret” è divenuto nel tempo un appuntamento fisso nel calendario delle iniziative regionali, offrendo la possibilità ad un pubblico sempre più ampio di avvicinarsi ad un’arte, quella del cabaret, fatta di atmosfere, di sensazioni e di interazione tra attori e spettatori. Tanti sono stati gli artisti passati sul palco del Festival nel corso di questi dieci anni, dalle star del cabaret televisivo ai nuovi talenti scoperti e lanciati. Tutto ha avuto inizio nel 2002, quando la mascotte ufficiale del Festival, il drago, si è messa in viaggio per la Basilicata, la Puglia e la Calabria, alla scoperta di luoghi incantevoli e portando risate, allegria e buonumore.

Il 5 agosto aprirà le celebrazioni dei dieci anni del Festival lo spettacolo del comico-attore-cantante-ballerino Antonello Costa, di ritorno a Venosa dopo il grande successo dello scorso anno. L’artista siciliano proporrà un vero e proprio varietà moderno, unico nel suo genere, dal titolo “È meglio che faccia da solo”. A dispetto del titolo, però, Antonello non sarà da solo, potendo contare sulla preziosa collaborazione di una soubrette e di due ballerine, che insieme a lui coinvolgeranno il pubblico in uno show ricco di caratterizzazioni comiche, monologhi, balletti e numeri musicali.

Il 12 agosto spazio alla satira pungente e all’incontenibile eloquio di Alberto Patrucco. Lo spettacolo intitolato “Chi non la pensa come noi” vedrà un alternarsi di monologhi e testi cantati, che divertirà il pubblico facendolo riflettere. Il comico brianzolo, accompagnato dalla Sottospirito Band, proporrà alcuni brani di George Brassens, resi in italiano mantenendone inalterata la forte vena ironica del cantautore francese.

Chiusura in grande stile il 19 agosto con il “Gran galà della comicità”, che proporrà una sintesi dei generi comici che nel corso di dieci anni hanno accompagnato e caratterizzato il Festival, permettendogli di conquistare un posto di prestigio fra gli eventi di teatro comico e cabaret in ambito nazionale. Si alterneranno sul palco di Venosa comici del calibro di Antonio Covatta, Rocco Barbaro e i Due x Duo, più volte apparsi in programma televisivi su reti nazionali. La serata vedrà, inoltre, la partecipazione straordinaria di Rocco il Gigolò, l’esilarante personaggio lanciato da Zelig, che con le sue incursioni strapperà risate a non finire.

Committente: Artistica Management

Rispondi