Il culto della Madonna Nera di Viggiano raccontato con i gessetti

madonnari_a_viggianoVIGGIANO (PZ) – La giornata del 1° maggio a Viggiano è stata caratterizzata dalla prima edizione del concorso nazionale “Madonnari a Viggiano”, evento artistico facente parte del più ampio progetto denominato “In Arte Exhibit”, promosso dalla rivista specialistica “In Arte Multiversi”. La manifestazione è stata voluta dal Comune di Viggiano e dal Santuario Regionale Madonna del Sacro Monte allo scopo di onorare il culto per la Madonna Nera, a pochi giorni dal trasferimento della statua lignea sul Monte Sacro, previsto per domenica prossima.

Diversi sono stati i madonnari che hanno aderito all’iniziativa, tra i quali molti rappresentanti della Scuola Napoletana dei Madonnari, realizzando le proprie opere lungo la centrale Via Roma, nei pressi della Basilica della Madonna Nera. I partecipanti hanno voluto accettare la sfida lanciata dall’organizzazione di disegnare immagini che narrassero scene, eventi e riti legati alla storia del culto locale, al fine di narrarlo attraverso l’arte, mettendosi in gioco e discostandosi per un giorno dalla tradizione di riprodurre icone sacre a fini catechetici.

Le opere, realizzate dai madonnari dal mattino – subito dopo la benedizione dei gessetti – al tardo pomeriggio, sono state ritenute molto apprezzabili non solo dal team organizzativo di esperti d’arte, ma anche dall’amministrazione comunale, dal clero e dalla popolazione locale, che nel corso della giornata, incuriosita, si è avvicinata agli artisti al lavoro. Proprio alla gente comune si è deciso di far valutare i dipinti a gessetto, dando la possibilità a tutti i passanti, una volta terminati i lavori, di votare la propria opera preferita.

In base ai circa duecento voti registrati, l’opera più apprezzata è stata quella di Simona Fraterno di Napoli, che ha rappresentato il Sacro Monte di Viggiano e i sentieri che portano in cima. Seconda classificata l’opera di Pasquale Scognamiglio, proveniente da Avellino, raffigurante l’incoronazione della Madonna da parte di papa Giovanni Paolo II. Al terzo posto l’opera del cinese Bo Lun, che ha ritratto la statua dal volto olivastro amata da tutti i fedeli di Viggiano.

I ringraziamenti dell’organizzazione, rappresentata da Angelo Telesca, Marcella De Filippo e Francesco Mastrorizzi, sono andati, oltre all’assessore al turismo Nicola Fruguglietti e al rettore del Santuario di Viggiano don Paolo D’Ambrosio, anche a tutti gli altri madonnari, che hanno permesso la perfetta riuscita dell’evento: Vladimir Amico di Napoli, Filippo Carlomagno di Trecchina (PZ), Tommaso Caruso di Rossano (CS), Noemi De Rosa di Napoli, Omar Mohamed di Napoli, Boris Rusev di Petric (Bulgaria), Gennaro Troìa di Napoli, Davide Urgo di Napoli.

Committente: Associazione ARCA

2 pensieri su “Il culto della Madonna Nera di Viggiano raccontato con i gessetti

Rispondi