Roma Alfonso Cuarón
50 e stop

“Roma” ovvero la dignità nel silenzio

Con sguardo discreto entriamo in un microcosmo domestico, ricostruito con amorevole scrupolo attingendo ai ricordi, dove albergano umanità e tenerezza, ad unire donne e bambini lasciati soli da uomini prepotenti e codardi, e spicca la fiera devozione di chi di quel luogo è l’anima silenziosa.

Rispondi