Comunicati stampa

Successo anche a Maratea per il Basilicata Gospel Festival

gospel_marateaMARATEA (PZ) – Il Basilicata Gospel Festival è approdato lo scorso 2 gennaio anche a Maratea, riscuotendo ancora una volta un grande successo. Il nuovo concerto della rassegna si è tenuto all’interno della splendida Chiesa dell’Annunziata, gremita da un numeroso pubblico, accorso per ammirare l’esibizione del gruppo americano dei Divinity, quintetto proveniente da Atlanta, una delle capitali più prestigiose della musica gospel. L’evento è stato fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Maratea, che lo ha inserito nel cartellone delle manifestazioni natalizie “Maratea Scena Natale 2014”. Presenti alla serata il vice-sindaco Domenico Fontana e l’assessore Manuela Scaccia.

Durante oltre un’ora di spettacolo, Marsha Wilson, Janice Bonner, Shelia Bonner e John Harris, accompagnati al pianoforte da Elvis Lewis Jr., con le loro potenti voci hanno eseguito i brani più famosi della tradizione gospel, sprigionando tutta l’energia e la gioia che solo la musica gospel sa trasmettere e coinvolgendo gli spettatori in un crescendo di divertimento e forti emozioni, senza mai togliere spazio alla spiritualità. Tutti validi e apprezzati professionisti del genere gospel, i componenti dei Divinity vantano collaborazioni discografiche e partecipazioni a tournée con importanti nomi della scena musicale religiosa afro-americana.

Il Basilicata Gospel Festival, organizzato dall’associazione “Il Circo dell’Arte” di Venosa e coordinato dalla direzione artistica di Pasquale Cappiello, è un grande evento che porta le grandi voci della musica gospel internazionale negli splendidi scenari lucani, con lo scopo di favorire la crescita culturale della comunità e di contribuire alla promozione del turismo anche durante il periodo invernale.

La musica gospel, che affonda le sue radici nei canti degli schiavi di colore impiegati nei campi di cotone del Sud degli Stati Uniti, mescola i suoni e i ritmi africani con le melodie dei canti ecclesiastici protestanti e con la musica profana suonata nei cabaret a partire dagli anni Venti del Novecento. Dopo essersi affermato in America come musica religiosa, il gospel si è diffuso e consolidato anche in Europa come testimonianza tipica della cultura afro-americana ed espressione corale di un popolo che fonda la sua speranza di riscatto nel Vangelo.

Committente: Artistica Management

Giornalista pubblicista, scrive di cultura e intrattenimento per testate su carta e online. Da freelance si occupa di uffici stampa e comunicazione per artisti, associazioni, istituzioni e imprese. Lavora come consulente nell’ideazione, progettazione e gestione di eventi in ambito culturale. È esperto di social media management e web copywriting.

Rispondi